RAPPORTO 2017
sulla povertà

CARITAS ITALIANA

RAPPORTO 

IMMIGRAZIONE

Scarica la Newsletter in pdf

alt

alt

alt

video terremoto marche 2016

alt

BREVE CORSO DI BASE: L’ARCOBALENO DEL VOLONTARIATO
Due momenti di riflessione e confronto dopo i primi mesi di servizio.
 

alt

      Per i volontari che operano nella Caritas e che sono entrati in servizio nel 2016. Presso la Città dei Papi in via dei Mille 4 a Savona, dalle 18 alle 19.30. Primo incontro lunedì 20 marzo 2017 “La Caritas è l’ente nel quale sono volontario. Secondo incontro lunedì 27 marzo 2017 “Le 7 caratteristiche del mio volontariato”. Conducono Mirko Novati responsabile settore volontariato della caritas, Gianna Poggi psichiatra psicoterapeuta volontaria caritas, Antonio Piccardo dirigente aziendale volontario caritas. Tradizionalmente l’arcobaleno è composto da 7 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e violetto. Anche il volontariato in Caritas è composto da 7 caratteristiche. Le scopriremo insieme.

    Questo breve corso di base ha un’importanza fondamentale nel percorso che ogni volontario viene chiamato a realizzare con noi. Formazione e servizio camminano di pari passo e hanno uguale importanza: non basta fare il bene, occorre farlo bene, sapendo chi è l’ente scelto da ciascuno per la realizzazione del proprio volontariato e sapendo in che modo insieme vogliamo rendere migliore la vita di tante persone che vivono un disagio a vari livelli. Nei nostri 2 incontri parleremo della Caritas, dello stile che siamo chiamati a vivere, del ruolo dei volontari nei servizi e nel recupero delle persone in difficoltà. Proporremo poi di firmare un contratto etico tra singolo volontario e noi.

     Chi è il volontario: “Il volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per la comunità di appartenenza o per l’umanità intera…” così cita la Carta dei valori del Volontariato. Il volontario è quindi la persona che, animata da un senso di condivisione e prossimità, sceglie di vivere in modo concreto la propria attenzione all’altro, perchè pensa sia giusto occuparsi della propria comunità o dei diritti delle persone in generale, mettendo a disposizione le proprie specifiche capacità e competenze in modo gratuito, in funzione di una coesistenza migliore e rafforzata.

Il volontariato in Caritas: Da statuto, il compito primario della Caritas è la "Promozione della carità nelle locali comunità cristiane". Questo significa che il mandato della Caritas diocesana è di stimolare e sensibilizzare le comunità cristiane affinché si mobilitino per dare risposta ai poveri del loro territorio. Questa azione di Pastorale si concretizza nella promozione costante del volontariato, svolta sia attraverso attività di formazione e orientamento dei nuovi volontari, che attraverso i servizi ed i progetti di prossimità legati alla Caritas diocesana. Per la Caritas diocesana i volontari sono una risorsa basilare, salvo infatti alcuni dipendenti stipendiati che hanno una funzione di coordinamento delle varie attività. Quasi tutte le attività, i progetti e le iniziative vengono organizzati e realizzati con la partecipazione dei volontari.